skip to Main Content

Come riparare una porta che non si chiude

Come riparare una porta

Se la porta non si blocca, è probabile che il problema riguardi lo scrocco e non il meccanismo di chiusura. Se l’apri porta non riesce a penetrare nello stipite, significa che la porta si è deformata o che le viti si sono allentate e la piastra si è spostata. Quando la porta si chiude, l’apri porta non scivola oltre la piastra nel foro di ricezione dello stipite, oppure entra ma non arriva in fondo, impedendo alla porta di bloccarsi correttamente, quindi dovrai riparare una porta.

I problemi di chiusura sono comuni, ma devono essere affrontati. Se una porta deve essere chiusa a chiave per motivi di sicurezza o di privacy, il suo mancato funzionamento può significare, nel migliore dei casi, imbarazzo (si pensi alla porta del bagno che non si chiude) o, nel peggiore, un problema di sicurezza. In questo articolo, il team di Intervento Fabbro Viterbo spiega come riparare una porta che non si chiude.

Utensili
A seconda dell’origine del problema di blocco, potrebbero essere necessari i seguenti strumenti per questo progetto:

Riparare una porta
Riparare una porta
  1. Pennarello cancellabile
  2. Nastro adesivo
  3. Cacciavite a stella
  4. Scalpello
  5. Martello
  6. Pinze diagonale
  7. Lima di metallo
  8. Abrasivo

Passaggio 1: identificare la fonte del disallineamento

Verifica il punto in cui la serratura entra in contatto con la porta applicando un pennarello cancellabile a secco o un materiale di marcatura simile. Attacca una striscia di nastro adesivo o nastro adesivo alla piastra di riscontro, chiudi la porta e riaprila. Se la chiusura fosse stata a contatto con il foro della piastra di riscontro, l’inchiostro cancellabile avrebbe dovuto lasciare un segno. Se il segno si trova sotto il foro della piastra di riscontro, la colpa potrebbe essere delle cerniere cadenti. Al contrario, se il contatto avviene sopra il foro della riscontro, è più probabile che la posizione della piastra di riscontro sia errata. (Se questo è il caso, vai al passaggio 7.)

Passaggio 2: stringere i cardini

Possono verificarsi cedimenti sui cardini delle porte più vecchie e utilizzate di frequente poiché la gravità le abbassa. Di conseguenza, la porta potrebbe oscillare in una direzione diversa, provocando una chiusura disallineata che entra in contatto sotto il foro della piastra di riscontro. Se il cedimento sembra essere la causa del problema di chiusura, assicurati che la porta sia adeguatamente supportata dal telaio serrando le viti nelle cerniere.

Se il serraggio delle viti non risolve il problema, si consiglia di inserire una vite più lunga da 3” nel lato dello stipite della cerniera, in modo da afferrare l’intelaiatura del muro e tirare indietro l’intero telaio. Nei casi in cui il chiavistello entra in contatto sotto il foro della piastra di riscontro, inserire una vite da 3″ nella cerniera superiore per aiutare a sollevare la porta in posizione. Se il chiavistello entra in contatto con il foro della piastra di riscontro, inserire una vite nel foro inferiore per aiutare a tirare la porta verso il basso.

Passaggio 3: controlla la piastra di attacco

Se le cerniere cadenti non sono il problema, controlla la piastra di riscontro. Rimetti la piastra nella mortasa se è scivolata fuori e stringi le viti con un cacciavite a croce se è allentata. Se questo non risolve il problema della chiusura, prova a regolare il fermo della porta (i passaggi sono descritti di seguito).

Passaggio 4: riposizionare la battuta della porta

Sul lato dell’incontro dello stipite, picchiettare l’estremità di uno scalpello sotto il fermo della porta. Rimuoverlo facendo leva su di esso finché non si stacca. Rimuovete anche il fermo della porta in alto. Quindi, con una pinza diagonale, rimuovere i chiodi dalla battuta della porta. (I chiodi possono essere riutilizzati). Reinstallare il fermaporta sullo stipite, distanziandolo di circa 1,5 cm dalla sua posizione originale. Riattaccare i pezzi laterali e superiori del fermaporta. Ora la porta dovrebbe poter essere chiusa e bloccata normalmente.

Passaggio 5: levigare o eliminare le cerniere inferiori

Se il problema persiste, potrebbe essere necessario levigare o eliminare il telaio della porta.

I problemi di bloccaggio sono spesso causati da mortase per cerniere troppo basse o troppo piccole per le dimensioni della cerniera. In questo caso, carteggiare la mortasa della cerniera fino alla profondità corretta e levigare i bordi per adattarli alla cerniera. Sostituire le cerniere e verificare che siano a filo con il telaio della porta e che la porta sia bilanciata correttamente.

Per spessorare le cerniere, rimuovile dal telaio della porta e taglia un piccolo pezzo di cartone (o materiale simile) per adattarlo alla mortasa della cerniera. Riposizionare la cerniera dopo aver inserito il cartone e controllare la porta. Quando il problema è causato da cerniere affondate, lo perforamento di solito corregge l’allineamento della porta. Questo cuscino di materiale extra sostiene la cerniera e bilancia la porta.

Passaggio 6: allargare il foro della piastra di riscontro

Se le regolazioni della porta non hanno risolto il problema, la causa potrebbe essere il foro della contro piastra. Dovresti controllare se la chiusura si trova sopra o sotto il foro e quanto è disallineata. Potrebbe essere necessario spostare il foro della piastra di riscontro se è disallineato di oltre ⅛”. Prova ad allargare il foro se il disallineamento è solo ⅛” o meno.

Per allargare il foro della contro piastra, rimuovere la contro piastra dal telaio della porta e utilizzare una lima di metallo. Lo strumento migliore per allargare è una lima semitonda, che corrisponde alla curvatura del foro della serratura. In questo caso, la serratura deve scivolare nel foro della piastra di riscontro senza sollevare, forzare o eseguire altre manipolazioni al di fuori del normale funzionamento della porta.

Passaggio 7: spostare il foro della piastra di riscontro

Quando controlli la posizione di contatto della serratura rispetto al foro della piastra di riscontro utilizzando il test del pennarello a secco, potresti scoprire che è fuori allineamento di oltre ⅛ pollici. Anche se il foro della piastra fosse più grande, la porta non si chiuderebbe comunque. Se le cerniere sono strette e la porta è bilanciata, il passo successivo è spostare la piastra di riscontro in modo che sia correttamente allineata con la serratura.

Il primo passo è rimuovere la piastra di riscontro dal telaio della porta. Utilizzando uno scalpello affilato e un martello, allargare la mortasa della piastra di riscontro, in modo che la piastra di riscontro possa essere spostata verso l’alto o verso il basso a seconda dell’allineamento della serratura. Assicurarsi che la nuova posizione della piastra di riscontro sia allineata con la serratura in modo che la porta si chiuda senza problemi. Non appena la posizione della serratura e della nuova piastra di riscontro sono allineate, praticare due piccoli fori e fissare la piastra di riscontro. Assicurarsi che la porta si chiuda e si chiuda correttamente.

È giunto il momento di sostituire la serratura?

Sebbene questi passaggi possano aiutare a risolvere i problemi di chiusura relativi a componenti come la piastra di riscontro o lo stipite della porta, sono necessarie misure diverse se il meccanismo della maniglia della porta non funziona. In questo caso, dovrai sostituire l’intera serratura.

Ogni volta che hai qualsiasi problema relativo alle serrature delle porte commerciali e residenziali, come la necessità di sostituire parti o intere serrature o riparare una porta,
puoi contattare Pronto Intervento Fabbro Viterbo senza esitazione. I professionisti di questa organizzazione ti forniranno i migliori servizi possibili.

Chiama 07611917931

Collaboriamo anche con: Pronto Intervento Fabbro UdinePronto Intervento Elettricista Vicenzia, Pronto Intervento Fabbro MonzaPronto Intervento Idraulico Latina

Back To Top